FREDDO E PIOGGIA…

Non esiste buono o cattivo tempo,
ma solo buono o cattivo equipaggiamento.
Sir Robert Baden-Powell

Seguendo le orme dell’articolo precedente dove abbiamo visto i materiali che costituiscono i capi di abbigliamento, in questo numero poniamo il nostro occhio sul vestiario da usare in Campo Mobile o in Route invernali in zone fredde.

Tutti questi materiali possono essere economici o molto costosi, non è necessario che siano l’ultimo modello della marca top; su internet si possono fare buoni acquisti, ma è necessario essere accorti, come del resto per tutti gli altri acquisti online. Su facebook c’è un interessante gruppo: Mercatino dello Scout e dell’Escursionista

Un capo tecnico, (pantaloni o maglione che sia), non sostituisce l’uniforme come descritta nelle Norme Direttive Associative, ma va indossato quando l’ambiente circostante e le condizioni meteo lo richiedono.
Anche in questo caso, come per tutte le nostre attività, è da prediligere sempre “il buon senso” nella scelta dell’abbigliamento e cura del materiale così da poter vivere le varie esperienze di vita all’aperto anche nei periodi invernali in perfetta sicurezza e rispetto delle normative… anche questa è questione di “Stile!!!”

E PER FINIRE:
Se non hai un minimo di attrezzatura / vestiario che permetta di fare le cose senza rischiare….. Cambia destinazione. L’avventura è anche dietro l’angolo. Basta voler cercare.

MA RICORDA:
per vivere bene la strada e la montagna non basta avere il top dell’abbigliamento: bisogna essere disponibili a fare fatica, ad essere umili, ogni tanto anche a saper rinunciare…. insomma se “hai il carattere” superi anche il fatto di non avere la maglietta super-tecnica, ma se non ce l’hai, puoi avere il guardaroba pieno e non arrivare da nessuna parte.. è questo l’equipaggiamento più importante per la strada e per la vita e grazie a Dio non si compra.


Buona Strada,

Lorenzo Salce

Tagged with: , , , , , , ,