Una strada per tre anni

Belli i cammini che cominciano. È pane per i nostri denti, è nostro retaggio, ce lo abbiamo nel sangue. Dateci un nuovo orizzonte e una meta da raggiungere e noi Scout siamo pronti a fare lo zaino e partire: è sicuramente ciò che penserete tutti leggendo questo editoriale; ne sono sicura.
Camminare per tre anni, questo è l’invito. Andare verso il nostro diventare uomini e donne della Partenza è la traccia, è la proposta di marcia del nostro carnet. Dopo tanti anni lasceremo il ritmo dato dal succedersi di numeri monotematici per lanciarci su tre temi, uno per ogni anno.
Argomenti da approfondire, da scoprire, da investigare e analizzare. Perché non ci piace fermarci alla superficie, perché sappiamo che la vita è una splendida complicazione, un articolato edificio che si costruisce attraverso eventi, emozioni, visioni, idee, ragionamenti e azioni. Sappiamo che non basta fermarci a come una cosa appare, ma bisogna girarci intorno e vederne il fronte e il retro e poi di nuovo tutto insieme e anche il contrario. Come si dice… Apri l’occhio fratello scout.

Relazione, Evangelizzazione e Servizio.
Scoprire il mondo intorno a noi relazionandoci, mettendoci a confronto con gli uomini e le donne e con la natura, la società, il destino dell’uomo.
Uomo che scopre di non essere solo un insieme geniale di cellule organiche, ma di essere destinatario di una Buona Novella. Uomo amato, cercato da un Dio che lo scuote e gli chiede di scuotere il mondo e di partire. Perché c’è un servizio da fare, c’è da mettersi in relazione con il creato e c’è da diffondere la buona notizia della morte vinta per sempre, c’è l’Evangelo da portare e ci sono uomini da servire perché tutti insieme si possa vedere e credere nell’Amore, unica meta che possa dare un senso al nostro partire e camminare. Relazione, Evangelizzazione e Servizio: tre temi per tre anni.
Argomenti che si intersecano, tratti di strada che si incrociano e che si guardano gli uni gli altri, come i tornanti di una strada di montagna.
Tre temi fondanti, che possono aiutarci a raccontare la nostra vita, quella che è e quella che sarà. Non so se noi in redazione saremo abbastanza bravi ad estrarre tutto il succo che è racchiuso in queste parole, ma siamo sicuri che voi saprete farne un punto di partenza per andare ben oltre; che non resterete fermi con le pagine in mano.
Pensare, sognare, elaborare, realizzare: a questo servono le parole scritte; altrimenti sono parole vane, inchiostro perduto. E per dare ancora più forza e questi temi, per farli ancora più nostri, noi che siamo scout, abbiamo pensato di metterli in compagnia con i punti di BP.

Carattere, Salute e Forza Fisica, Abilità Manuale, Servizio al Prossimo e Fede.
Cinque punti, quattro più uno! Il carattere che ci vuole per entrare in relazione e attraverso la evangelizzazione arrivare al servizio; la necessità di essere supportati dal fisico e dalla capacità di realizzare concretamente le cose per essere utili; e la Fede ad illuminare tutta la strada.
Insomma, come si diceva all’inizio, c’è pane per i nostri denti, per noi della redazione e per voi che, come sempre, sarete parte importante di Carnet di Marcia, con i vostri contributi che troveranno tutto lo spazio possibile.
E alla fine, passo dopo passo, credo che insieme arriveremo lontano.

Buona strada, Monica D’Atti

Pubblicato in Articoli, Editoriale Taggato con: , , , , , ,