A  che  serve  imparare  una  cosa  tanto  semplice  come  fare  dei  nodi?

Brani  dall’8ª  chiacchierata  di Scautismo  per  ragazzi

Vite appese ad un nodo

da | Giu 5, 2018

In questo numero ti diamo qualche assaggio di quello che Baden Powell scrive nella chiacchierata sulla Pionieristica in Scautismo per ragazzi. Corri a leggere il resto!

«I pionieri sono uomini che marciano all’avanguardia nella giungla come altrove, per aprire una via a quelli che vengono dietro di loro.»

«Tutti gli Scouts devono sapere fare i nodi. Fare un nodo sembra una cosa molto semplice; però, c’è il giusto modo di farlo e ci sono modi sbagliati, e gli Scouts devono conoscere la maniera giusta. Una vita può dipendere da un nodo ben fatto. Il nodo ben fatto è quello che resisterà a ogni tensione, e che potrà venir disfatto facilmente quando lo si desidera. Un nodo cattivo è quello che si scioglie non appena si tira un po’ forte, o che rimane serrato così stretto che non si riesce più a scioglierlo.»

«Il modo migliore per imparare i nodi consiste nel farveli insegnare da un compagno che li sappia fare. Dovete però esercitarvi molto, altrimenti li dimenticherete presto; e usate pezzi di fune o corde, e non pezzi di spago o lacci da scarpe!»

«Organizzate esercitazioni di nodi con gare di velocità tra coppie di Scouts […]. Con questo sistema i meno abili fanno più pratica e lo spirito di emulazione agisce, nella gara per evitare di essere il peggiore, con la stessa intensità con cui agirebbe per far ottenere la vittoria e guadagnare un premio.»

«Ogni pioniere dovrebbe conoscere le sue precise misure personali […]. Se vi ricordate bene le vostre misure personali, queste vi aiuteranno molto a misurare le cose.»