ABILMENTE

Uno “strumento essenziale” per la vita scout: il fischietto

da | Set 12, 2018 |

1.Prendete un bastoncino di una pianta come il frassino, il sambuco, il salice o il nocciolo, che sia verde e non secco. Deve inoltre avere i nodi distanti almeno 7- 8 cm.

2.Nella parte più sottile, vale a dire l’estremità dove si trovavano le foglie, create il becco del fischietto che si metterà in bocca per fischiare

3.A circa 5 cm dal becco del fischietto e prima del successivo nodo incidete solamente la corteccia su tutta la circonferenza

4.Ora, picchiettando con molta cautela con il manico del coltello o un altro utensile di legno, dovrebbe essere possibile sfilare la corteccia dal legno (questo processo è molto semplice se la pianta è in succhio, cioè la parte nuda del ramo rimane leggermente umida perché c’è una forte attività di circolazione della linfa che generalmente corrisponde con la ripresa vegetativa della pianta).

5.Mettete la corteccia da parte senza romperla. A una distanza di 2 cm dal becco, fate un taglio verticale ed uno di sbieco. Questo sarà il punto dal quale uscirà l’aria

6.Partendo dal taglio in verticale, assottigliate il legno fino alla punta del fischietto creando una parte piatta come in figura

7.Poi tagliate il legno, sempre con cautela, in corrispondenza del taglio verticale fino a poter staccare la parte del becco ed infilarla nella corteccia al suo posto originale

8.Dopodiché tagliate ancora con cautela il legno nel punto in cui era stata incisa la corteccia (punto nr. 3)e infilate anche questa parte nella corteccia al suo posto originale

N.B. Le marcature in rosso nelle immagini indicano i tagli e le incisioni sul legno. Ecco, il fischietto è fatto, non rimane che fischiare! Potete usarlo per diverse attività; pensate subito a un gioco da fare in cui potrete sfruttarlo!