La bellezza di trasformare l’ X-FACTOR in S-FACTOR (“S” come Servizio)

Intervista a: Giulia Barone 

Lo scrittore Lev Tolstoj nel suo libro “Guerra e pace” fu il primo ad utilizzare l’espressione “fattore X” per indicare qualche cosa che fa la differenza e nessuno sa spiegare o quantificare che cosa sia: per spiegare l’esito dello scontro tra le armate di Napoleone e quelle russe, lo scrittore sostiene che il “fattore X” sia quello che porta un esercito a prevalere sull’altro. Secondo lo scrittore non c’entrano il genio dei comandanti o la superiorità delle armi, a contare alla fine è lo spirito di corpo, la capacità di battersi insieme. Per noi cristiani e Scout il talento individuale è un dono che ci arriva dal Signore, ma la vera bellezza di un dono sta nel poterlo condividere con gli altri, mettendolo a loro SERVIZIO. Oggi vi farò conoscere una bella persona, che ha trasformato il suo “X-FACTOR” in “S-FACTOR”, una ragazza veramente speciale, con “un non so che” difficile da spiegare a parole…
E VE NE ACCORGERETE SUBITO!

Buona Strada

              

a cura di

Sara Sperduti

Pubblicato in Articoli, Interviste Taggato con: , , , , , , ,