I collezionisti Scout, appassionati di collezionismo

di Andrea Padoin

Qualche tempo fa mi è capitato di far vedere ad alcuni Rover una vecchia foto di Baden-Powell con l’autografo originale del fondatore, che ho recuperato da un collezionista inglese ed ora fa bella mostra di sé tra le mie cartoline Scout. Un Rover ha esclamato: “ma allora questa foto l’ha toccata B.-P. in persona!”, lasciandomi di stucco per l’osservazione acuta, che io non avevo mai fatto. Il collezionismo di “memorabilia” Scout è proprio questo, in un certo senso: far rivivere la storia del Movimento attraverso gli oggetti che lo hanno accompagnato in questo secolo abbondante di vita. Da oltre vent’anni in Italia c’è un’associazione che mette in contatto i Collezionisti di casa nostra: si chiama AICoS, Associazione Italiana Collezionisti Scout e collega tra loro quasi 150 soci di tutt’Italia e di almeno una decina di Associazioni Scout diverse: Fse, Agesci, Cngei, Assb, Aegi, Masci, Avsc, Amis, e chi più ne ha più ne metta. L’AICoS è un luogo virtuale di incontro per gli appassionati di “storia e geografia” dello Scautismo: c’è chi raccoglie materiale sullo Scautismo italiano del passato, chi cerca di continuo nuovi contatti con Scouts e Guide delle più disparate latitudini terrestri, per scambiare un distintivo della Promessa delle isole Fiji o un libro sui Lupetti canadesi o una fibbia delle Guide tailandesi. C’è chi raccoglie documenti sulla storia del Movimento nella propria città e chi si appassiona di pins di tutto il mondo, o di adesivi, o di cartoline… il tutto con la voglia di allargare i propri orizzonti, di conoscere nuovi fratelli Scout, di scambiare con loro idee, progetti, oggetti. C’è chi ricostruisce l’evoluzione del Metodo Scout attraverso il cambio della foggia delle uniformi, attraverso la grafica delle riviste

e delle pubblicazioni, attraverso la lettura di libri ormai introvabili. L’AICoS pubblica un notiziario, che ha il nome birichino di Pellicano Pataccaro, ma che è tutt’altro che una rivista di maniaci delle patacche. Vi si possono trovare articoli e foto sullo Scautismo ed il Guidismo in Italia e nel mondo, sugli avvenimenti che hanno costellato la nostra storia, dai Campi Nazionali ai Jamborees, sulla vita del Fondatore, sugli illustratori Scout e sulle varie Associazioni che vivono come noi l’Avventura dello Scautismo. E poi i soci si incontrano: ne nascono sempre conoscenze nuove ed amicizie… Una volta l’anno ci si ritrova in una città d’Italia per un’Assemblea, e si pianifica la partecipazione agli incontri europei o mondiali. Insomma, niente cariatidi, piuttosto un modo diverso di vivere la fraternità Scout, senza limiti spazio-temporali. Vale la pena di venire a dare un’occhiata, c’è sempre qualcosa da imparare!

L’AICoS è presente sul web all’indirizzo www.aicos-italia.org. Il Presidente è un Capo CNGEI, il Segretario è un Capo AGESCI e la Redazione della rivista è curata da un Capo FSE e da un Capo ASSORAIDER. Per prendere contatti scrivere a segreteria@aicos-italia.org. La quota annuale è di pochi euro, e normalmente si resta stupiti per ciò che si riceve in cambio.

Taggato con: